La contrada di Talosa vince l’Arca d’Argento

Il tradizionale appuntamento al Teatro Poliziano che si è svolto domenica 15 settembre ha chiuso ufficialmente l’anno contradaiolo: è stata un’edizione del Bravìo delle Botti di grande successo, culminata dalla gara al cardiopalma dello scorso 25 agosto che ha visto trionfare la contrada di Voltaia con la coppia Niola e Paganelli.

La mattina di domenica 15 settembre si è aperta con l’ultimo corteo storico dell’anno e la messa nella Chiesa di Sant’Agnese, dove si è svolto il cerimoniale di chiusura della teca della santa poliziana e l’esibizione del Gruppo Sbandieratori e Tamburini di Montepulciano. Il pomeriggio le contrade si sono poi spostate al Teatro Poliziano, in cui i rappresentanti dell’amministrazione comunale e il reggitore del Magistrato delle Contrade, Giulio Pavolucci, hanno tracciato un bilancio finale dei sei anni complessivi di mandato che giungono al termine.

Le premiazioni di chiusura dell’anno contradaiolo sono cominciate con “Attimi di Bravìo”, il concorso fotografico organizzato dal Photoclub Poliziano giunta alla decima edizione. A vincere il concorso a tema libero è stato Andrea Della Giovampaola con la foto “Sfidando il sole”, seguito da Marta Brocchi e Giacomo Altaluce. Il premio speciale della giuria è andato a Gianluca De Micco e il premio al miglior portfolio nuovamente a Marta Brocchi; la mostra con le fotografie del concorso è allestita presso l’androne del palazzo comunale di Montepulciano e sarà liberamente visitabile fino al 30 settembre.

Le emozioni sono poi continuate con la consegna del premio ‘Bravìo nel Cuore’, istituito nel 2008 e assegnato dal Magistrato delle Contrade a una personalità che ha dimostrato grande e profondo amore per la manifestazione. Il premio è andato ad Alessio Betti, che da consigliere del consiglio di gestione ha assunto il ruolo di rettore della Contrada di San Donato, ma ha continuato a impegnarsi per il bene complessivo della manifestazione. Per celebrare la conclusione del mandato, sono stati assegnati due ulteriori premi speciali a due coppie che in questi anni sono stati per il reggitore del Magistrato delle Contrade dei pilastri portanti della macchina organizzativa: Francesca Mozzini, Giacomo Volpi, Chiara Innocentini e Marco Torelli.

A seguire sono stati consegnati i premi Memorial cav. Aldo Trabalzini, destinati alla migliore coppia di sbandieratori e alla migliore coppia di tamburini. La giuria di esperti ha premiato anche quest’anno la contrada di Poggiolo come migliore coppia di sbandieratori (Jacopo Parissi e Giovanni Guarino) e la contrada di Collazzi per la migliore coppia di tamburini (Matteo Maroni e Francesco Billi).

Il premio Arca d’Argento, dedicata al miglior corteo storico del Bravìo delle Botti 2019 è andato alla Contrada di Talosa, per un corteo elegante e raffinato con degli splendidi figuranti. Le addette al corteo Caterina Conti, Matilde Grappi, Chiara Rosati e Irene Micheli hanno ritirato il premio realizzato a mano da Debora Betti.

Leave a Reply