Le Coste

Formatasi intorno alla seconda metà del XIII secolo, era in passato una delle contrade più povere della città antica.

All’interno della contrada Le Coste non abitavano infatti famiglie nobili, ma popolani che durante la tradizionale processione in onore di San Giovanni Decollato, portavano il cero che pesava dieci libbre in confronto alle quindici di quello degli altri rioni: nonostante ciò era considerata “contrada maggiore”. Anche oggi la popolazione della contrada racchiude poche decine di famiglie, ma il rione è vivace e pieno di socialità. Qualche anno dopo che il Bravìo delle Botti fu riportato alla luce iniziarono a far parte de Le Coste tutti, o la maggior parte, degli abitanti del nuovo quartiere realizzato in prossimità della chiesa di San Biagio. Ci si trovò così di fronte ad un fenomeno di inurbamento tradizionale che fece affiliare i residenti di San Biagio con Le Coste, facendo così riprendere la vita della contrada.

La contrada de Le Coste ha vinto 8 edizioni del Bravìo delle Botti: 1978, 1980, 1983, 2002, 2003, 2004, 2005 e 2006.

Formatasi intorno alla seconda metà del XIII secolo, era in passato una delle contrade più povere della città antica.

All’interno della contrada Le Coste non abitavano infatti famiglie nobili, ma popolani che durante la tradizionale processione in onore di San Giovanni Decollato, portavano il cero che pesava dieci libbre in confronto alle quindici di quello degli altri rioni: nonostante ciò era considerata “contrada maggiore”. Anche oggi la popolazione della contrada racchiude poche decine di famiglie, ma il rione è vivace e pieno di socialità. Qualche anno dopo che il Bravìo delle Botti fu riportato alla luce iniziarono a far parte de Le Coste tutti, o la maggior parte, degli abitanti del nuovo quartiere realizzato in prossimità della chiesa di San Biagio. Ci si trovò così di fronte ad un fenomeno di inurbamento tradizionale che fece affiliare i residenti di San Biagio con Le Coste, facendo così riprendere la vita della contrada.

La contrada de Le Coste ha vinto 8 edizioni del Bravìo delle Botti: 1978, 1980, 1983, 2002, 2003, 2004, 2005 e 2006.